Esposto sugli avvenimenti nel CIE di Gradisca ad Agosto 2013

Estratto dall'esposto:

"I fatti oggetto del presente esposto prendono le mosse dagli avvenimenti verificatisi nel Centro di identificazione ed espulsione di Gradisca d’Isonzo (GO) nel mese di agosto 2013.

Com’è noto detto centro, istituito ai sensi dell’art. 14, co. 1, D. Lgs. 286/98, era stato individuato e costituito con decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, allo scopo di ivi trattenere i cittadini stranieri e gli apolidi per il tempo strettamente necessario alla rimozione degli ostacoli – previsti dalla legge – che si frapponevano all’immediata esecuzione di provvedimenti ablativi ( espulsioni, respingimenti ed allontanamenti) disposti sia dall’Autorità amministrativa che da quella giudiziaria. In detto centro venivano trattenuti stranieri provenienti da diverse parti d’Italia, perché colà inviati dalle varie questure istituzionalmente incaricate di dare esecuzione ai predetti provvedimenti."

Per scaricare l'esposto clicca qui.

Immagini di bossoli dei lacrimogeni CS e psicofarmaci allegati all'esposto:

lacrimogeno1psicofarmaco CIE Gradiscalacrimogeno4lacrimogeno3lacrimogeno2

Informazioni aggiuntive